Mastopessi o Lifting del seno

Network

Seguici anche su:

 

seguici su twitter seguici su Facebook seguici su BlogSpot seguici su Youtube Feed Rss

Focus

 

Giugno 2017

E' online la nuova versione del portale  Chirurgiestetiche.it piena di novità contenuti iniziative e collegamenti con il web 2.0. Seguiteci sempre in tante qui ed anche sulla Pagina  Facebook!

foto foto foto

Mastopessi o Lifting del seno

L'intervento di mastopessi è volto al modellamento del seno cadente e rilassato o svuotato. Le cause che provocano progressivamente il rilassamento cutaneo e ghiandolare sono i dimagrimenti veloci con perdita della componente adiposa delle mammelle oppure nella maggior parte dei casi l'ipotrofia mammaria post gravidanza e post allattamento, la forza di gravità e il normale processo d'invecchiamento. Il risultato è fonte di grande disagio per la donna perché risulta un seno svuotato.

Attraverso la mastopessi il chirurgo riesce a modellare il seno riportandolo alla forma ad all'armonia passata, eliminando la cute in eccesso e riposizionando la mammella ed il suo complesso areolo capezzolo in una posizione più naturale ed esteticamente piacevole.

Spesso la perdita di peso o la fine dell'allattamento, ma a volte anche la normale perdita di elasticità cutanea, portano il seno a rilassarsi modificando la forma. A volte il volume naturale del seno presente è soddisfacente e quindi il solo lifting basterà per il modellamento desiderato sia per la forma che per la posizione a livello toracico. Altre volte il seno si presenta troppo vuoto e conseguentemente sarà necessario il contemporaneo inserimento di una protesi mammaria per ripristinare il volume preesistente.

La paziente candidata ad una mastopessi presenta una o più delle seguenti caratteristiche: il seno cadente o ptosico; il seno poco sodo; i capezzoli che puntano verso il basso; la piega sottomammaria abbondantemente coperta Questo tipo di intervento non è adatto a tutte le donne. Un esperto chirurgo esamina il seno nella forma, nel volume, nella qualità della cute ed inoltre studia il posizionamento di areola e capezzolo. Si discute con la paziente circa le aspettative (forma e volume desiderato) e si decidono il tipo di cicatrici necessarie per ottenere l’effetto desiderato.

Se il seno è anche svuotato, oltre che rilassato, dovrà prendere in considerazione la possibilità di effettuare una contemporanea mastoplastica additiva. Se invece è solo svuotato è possibile eseguire solo il riempimento chirurgico senza il lifting. Riceverà quindi le informazioni relative all'intervento e alle caratteristiche del postoperatorio.
L’anestesia in questo tipo di intervento può essere sia locale con sedazione che generale.

La scelta verrà effettuata dal chirurgo insieme alla paziente valutando il tipo di pessi da effettuare, l’eventuale inserimento della protesi e sua collocazione al di sotto della ghiandola o del muscolo pettorale, ed anche alla predisposizione emotiva della paziente e della sua capacità di collaborare.
Per la preparazione all’intervento di mastopessi occorre una attenta valutazione clinica della paziente con la prescrizione di tutti gli esami diagnostici necessari sia ematochimici che cardiologici e della funzionalità respiratoria. Inoltre si effettua un attento esame morfologico della mammella per valutare la presenza di anomalie ghiandolari e valutando gli esami strumentali precedentemente effettuati dalla paziente per lo screening mammario e prescrivendo gli eventuali approfondimenti del caso.

Nei giorni precedenti all'intervento è opportuno , in caso di paziente fumatrice, ridurre la quantità di sigarette. Aspirine ed altri farmaci infiammatori possono aumentare il sanguinamento. É perciò consigliabile ridurne l'uso dopo aver consultato il medico. É necessario che qualcuno l'accompagni il giorno dell'intervento e sia presente durante la prima notte.

La mastopessi quindi ha la funzione di rassodare e sollevare i seni, e riposizionare areola e capezzolo in sede anatomicamente naturale. Le cicatrici normalmente sono sottili e sbiadiranno nel tempo. Il risultato sarà durevole nel tempo, ma bisogna essere consapevoli che gravidanze o importanti aumenti di peso potrebbero nuovamente modificare la forma del seno.

Condividi |

 

Chirurghi in Evidenza

dott.
Eccellente Rodolfo

 

Qualifica:
Medico Chirurgo Specialista
Specialita':
Chirurgia Plastica Ricostruttiva Estetica
Luogo di Lavoro:
Napoli, Frattamaggiore, Nola

dott.
Capraro Antonio

 

Qualifica:
Chirurgo
Specialita':
Medicina e Chirurgia Estetica
Luogo di Lavoro:
Roma, Napoli, Milano

La Mappa dei Chirurghi

Costo Interventi

Finanziamenti

© 2011 www.chirurgiestetiche.it - all rights reserved | Web Marketing | affiliazioni