Aumento dei polpacci

Network

Seguici anche su:

 

seguici su twitter seguici su Facebook seguici su BlogSpot seguici su Youtube Feed Rss

Focus

 

Giugno 2017

E' online la nuova versione del portale  Chirurgiestetiche.it piena di novità contenuti iniziative e collegamenti con il web 2.0. Seguiteci sempre in tante qui ed anche sulla Pagina  Facebook!

foto foto foto

Aumento dei polpacci

Aumento polpacci con protesi – Chirurgia del polpaccio

Intervento di chirurgia estetica plastica dei polpacci per aumentare la muscolatura del polpaccio.
L’ aumento dei polpacci con protesi (o mioplastica) è un intervento di chirurgia estetica plastica per aumentare il volume dei polpacci attraverso l’ inserimento di protesi agli arti inferiori. Con l’ intervento di aumento dei polpacci si corregge lo scarso sviluppo del polpaccio o di tutti e due i polpacci , aumentando il volume e riportando i polpacci in armonia con il resto del corpo.

Una ipotrofia muscolare (scarso sviluppo della muscolatura dei polpacci e degli arti inferiori) può generare grande disagio psicologico. La mioplastica (aumento del polpaccio o di entrambi i polpacci) è un intervento di chirurgia estetica plastica indicato nei casi di gambe con un pronunciato aspetto arcuato e prive di una muscolatura evidente del polpaccio muscolatura di un polpaccio o di tutti e due i polpacci poco sviluppata (ipotrofia) ipotrofia del polpaccio (polpaccio poco sviluppato) dovuto a motivazioni genetiche o ereditarie ipotrofia del polpaccio (polpaccio poco sviluppato) dovuto a incidenti o malattie che richiedono interventi di chirurgia plastica ricostruttiva ipotrofia del polpaccio (scarso sviluppo muscolare degli arti inferiori) dovuto a patologia infettiva (poliomielite), anatomica (ginocchio varo o valgo) o con alterazione dell’ appoggio plantare (piede torto, piede equino, piede talo varo o piede valgo).

La chirurgia estetica plastica permette di aumentare il volume di un polpaccio o di entrambi i polpacci con l' introduzione di una protesi, in modo da aumentare il volume della parte che ne ha bisogno, restituendo a tutta la gamba un miglior equilibrio della forma e delle proporzioni.

Le protesi di silicone per aumentare i polpacci possono essere inserite posteriormente nelle gambe, poste sopra o sotto al muscolo del polpaccio, a seconda della tecnica utilizzata.

L' intervento chirurgico di aumento dei polpacci (o mioplastica) può essere eseguito anche in anestesia locale. Le protesi usate nella chirurgia di aumento del volume dei polpacci (mioplastica) sono costituite da un involucro esterno di silicone e da un contenuto interno di gel di silicone. A seconda della forma che il chirurgo estetico plastico decide per il tipo di intervento, è possibile scegliere una protesi rotonda, allungata o con profilo anatomico o a goccia. Le protesi hanno una durata di circa dieci anni, successivamente a questo periodo è consigliato sostituire le protesi per evitare eventuali deformazioni o sgonfiamenti delle protesi dovuti all' uso prolungato.

La tecnica chirurgica di impianto di protesi agli arti inferiori per aumentare il profilo muscolare dei polpacci (mioplastica) quasi sempre richiede anche (per l’ armonia di tutta la gamba) un ulteriore trattamento degli accumuli di grasso in eccesso o, al contrario, di trapianto di cellule adipose di grasso. Per eliminare il grasso in eccesso è possibile associare l’ intervento di aumento dei polpacci alla liposuzione dei polpacci; invece per migliorare l’ aspetto del polpaccio è possibile associare l’ aumento con protesi al lipofilling: iniezioni (filler) di un innesto di grasso prelevato da altre parti del corpo del paziente e iniettato al polpaccio per modellare il profilo del muscolo. L’ intervento si esegue ambulatoriamente in anestesia locale ed il post-intervento richiede circa 10 giorni di riposo e l’ uso di calze elastiche per un mese. Possono essere inseriti diversi tipi di protesi per aumentare i polpacci a seconda del caso da trattare.

Intervento di Aumento dei polpacci con protesi – Chirurgia polpacci Mioplastica In dettaglio tutte le fasi dell’ intervento di aumento dei polpacci con protesi per aumentare i polpacci dell’ uomo nei casi di polpacci (o polpaccio) poco sviluppato e ipotrofia dei polpacci:

Prima dell'Intervento

» Informare il chirurgo estetico plastico di qualsiasi eventuale trattamento con farmaci (soprattutto cortisonici, antipertensivi, cardioattivi, anticoagulanti, ipoglicemizzanti, antibiotici, tranquillanti, sonniferi, eccitanti, anabolizzanti ecc.).

» Sospendere l’assunzione di medicinali contenenti acido acetilsalicilico (es. Alka Seltzer, Ascriptin, Aspirina, Bufferin, Cemerit, Vivin C ecc.).

» Eliminare o ridurre il fumo almeno una settimana prima dell’intervento.

» Segnalare immediatamente l’insorgenza di raffreddore, mal di gola, tosse, malattie della pelle.

» Praticare un accurato bagno di pulizia completo. Non assumere cibi né bevande, a partire dalla mezzanotte, se l’intervento di aumento dei polpacci con protesi è praticato in narcosi.

» Mantenere rigorosamente il digiuno se l’ intervento di aumento dei polpacci è praticato in narcosi e indossare un indumento completamente apribile sul davanti.

Preparazione pre-operatoria

Si sconsiglia di non assumenre aspirina o farmaci contenenti acido acetilsalicilico, in quanto ostacolano la coagulazione del sangue, e di non fumare da 10 giorni prima dell'intervento e di non assumenre contraccettivi orali da un mese prima dell'intervento.

L'intervento

Per l’ intervento di aumento dei polpacci, il chirurgo estetico plastico pratica una piccola incisione nella piega dietro al ginocchio e inserisce una protesi di silicone che può essere collocata sopra o sotto il muscolo gastrocnemio del polpaccio, a seconda della tecnica chirurgica utilizzata. La via di accesso più usata per l’ inserimento delle protesi nella chirurgia di aumento del volume dei polpacci è infatti la piega poplitea (dietro il ginocchio). Le incisioni in questo modo sono poco visibili perché restano nascoste nelle pieghe cutanee dei polpacci. L' intervento di aumento dei polpacci si effettua in anestesia spinale o generale.  

Dopo l' intervento

Alla dismissione farsi accompagnare a casa in automobile.

Sono consigliati 10 giorni di riposo e l’ uso di calze elastiche per un mese.

Dopo l’ intervento di aumento dei polpacci il paziente può ricominciare a camminare dal giorno successivo e può ricominciare dopo circa una settimana le normali attività

Le attività sportive vanno sospese per circa un mese dopo l’ intervento di aumento dei polpacci.

Al minimo dubbio di un andamento anormale del periodo postoperatorio o per qualsiasi altro problema inerente l’intervento, consultate senza esitazione il Vostro Chirurgo.  

Risultati

Il risultato dopo l’ intervento dell’ aumento dei polpacci è generalmente molto buono e duraturo; tuttavia i normali processi di invecchiamento del corpo e la forza di gravità possono modificare il corpo e di conseguenza anche i polpacci. Raramente possono verificarsi casi di infezione da trattare con terapia antibiotica, e contrattura capsulare della protesi.

Attraverso questo intervento di chirurgia estetica si cerca di correggere lo scarso sviluppo di uno o di tutti e due i polpacci, aumentando il volume e riportando i polpacci in armonia con il resto del corpo. La chirurgia permette tutto ciò mediante l'introduzione di una protesi, così da aumentare il volume della parte che ne ha bisogno, restituendo a tutta la gamba un miglior equilibrio della forma e delle proporzioni. Per ulteriori approfondimenti e risorse vi invitiamo a vedere la seguente pagina dedicata interamente all' aumento dei polpacc

Rischi e possibili complicazioni dell'intervento

Raramente possono verificarsi casi di infezione, da trattare con terapia antibiotica, e contrattura capsularedella protesi.

Ripresa delle attività dopo l'intervento Dopo l'intervento di aumento dei polpacci il paziente potrà ricominciare a camminare dal giorno successivo, e potrà ricominciare dopo circa una settimana le normali attività e dopo circa un mese le attività sportive.

Condividi |

 

Chirurghi in Evidenza

dott.
Brunelli Giovanni

 

Qualifica:
Dottore
Specialita':
Specialista in Chirurgia Plastica e Ricostruttiva
Luogo di Lavoro:
Milano, Brescia, Bergamo

dott.
Scalco Roberto

 

Qualifica:
Medico Chirurgo Specialista
Specialita':
Chirurgia Plastica e Ricostruttiva
Luogo di Lavoro:
Roma

La Mappa dei Chirurghi

Costo Interventi

Finanziamenti

© 2011 www.chirurgiestetiche.it - all rights reserved | Web Marketing | affiliazioni