Peeling Chimici

Network

Seguici anche su:

 

seguici su twitter seguici su Facebook seguici su BlogSpot seguici su Youtube Feed Rss

Focus

 

Agosto 2017

E' online la nuova versione del portale  Chirurgiestetiche.it piena di novità contenuti iniziative e collegamenti con il web 2.0. Seguiteci sempre in tante qui ed anche sulla Pagina  Facebook!

foto foto foto

Peeling Chimici

 

Il termine inglese Peeling significa sbucciare

e, dato che questo trattamento mira a eliminare gli strati superficiali della cute.

 

Questa metodica dermochirurgica richiede un operatore notevolmente esperto in quanto prevede l'applicazione, sia pure per tempi brevi, di sostanze fortemente irritanti, che determinano vere e proprie ustioni, producendo modificazioni della cute.
 

Gli effetti del peeling sono limitati nel tempo, ma, ripetendo il trattamento ogni tre-quattro mesi, possono diventare progressivi e cumulativi nell'attenuazione delle rughette più sottili.A seconda della profondità cui arrivano le sostanza impiegate (il che per altro aumenta la complessità e il rischio dell' intervento) si determina il grado di miglioramento.

Il Peeling Superficiale, detto anche peeling dermatologico, viene utilizzato per ovviare ai problemi delle pelli acneiche, seborroiche, spente o spesse, per l'eliminazione delle macchie dovute a esiti di acne, cicatrici superficiali o per la stimolazione delle pelli stanche.
Il peeling può essere utilizzato anche per le mani, per il collo, per il decolleté, per il corpo.I peeling più utilizzati sono quelli con l'acido glicolico al 70%, con l'acido piruvico, azelaico, kojico.
Una volta applicate sulla zona da trattare, il paziente inizia ad avvertire una sensazione di bruciore, comunque sopportabile.
 

I Peeling Medi possono migliorare in modo significativo la compattezza cutanea. Prevedono la somministrazione di sedativi e, a volte, anche anestesie locali.

In questo caso vengono poi applicate compresse ghiacciate imbevute di soluzioni specifiche e, talvolta, pomate antibiotiche o emollienti specifiche.Il tempo necessario per la desquamazione della pelle si aggirerà sui tre-quattro giorni e, per essere completamente a posto, ci vorrà una decina di giorni. Fra i peeling considerati medio-leggeri c'è il peeling all'acido tricloroacetico, un acido forte che viene diluito in acqua in diverse concentrazioni (al 30 o 50 per cento).Il peeling permette la correzione delle piccole rughe e la correzione della grana della pelle.
 

Il dolore dura pochi minuti ed è assolutamente sopportabile, tanto che non è prevista anestesia La crosta compare dopo due o tre giorni dall' applicazione e cade dopo una decina di giorni.Esistono anche Peeling Profondi (fenolo) la cui efficacia è pari alla loro pericolosità. In Italia il loro uso è poco frequente.

 

Condividi |

 

Chirurghi in Evidenza

Prof.
Ponti Gilberto

 

Qualifica:
Chirurgo
Specialita':
Plastico ed Estetico
Luogo di Lavoro:
Roma

dott.
Tateo Antonio

 

Qualifica:
Responsabile UOC Chirurgia Plastica Istituto Auxologico Italiano Milano
Specialita':
Specialista in Chirurgia Plastica Estetica e Ricos
Luogo di Lavoro:
Milano

La Mappa dei Chirurghi

Costo Interventi

Finanziamenti

© 2011 www.chirurgiestetiche.it - all rights reserved | Web Marketing | affiliazioni