La Ginecomastia Seno maschile troppo sviluppato

Network

Seguici anche su:

 

seguici su twitter seguici su Facebook seguici su BlogSpot seguici su Youtube Feed Rss

Focus

 

Agosto 2018

E' online la nuova versione del portale  Chirurgiestetiche.it piena di novità contenuti iniziative e collegamenti con il web 2.0. Seguiteci sempre in tante qui ed anche sulla Pagina  Facebook!

foto foto foto

La Ginecomastia Seno maschile troppo sviluppato

La Ginecomastia è l'eccessivo sviluppo del seno maschile da una o da entrambe le parti, simmetricamente o meno. Ci sono diverse forme di Ginecomastia, la "vera" Ginecomastia è legata alla sola ghiandola mammaria, la "falsa" è relativa ad un accumulo di grassi superiore alla norma, molto spesso i due elementi sono associati.
 
Di questo fenomeno anche se molto frequente, se ne parla poco, esso  causa una sofferenza psicologia all'uomo che con la presenza di seno femminile  si sente poco virile e meno sicuro di se. La ginecomastia si può manifestare dall'età infantile, nella pubertà e nel corso della maturità di un uomo; nel periodo della pubertà si possono osservare accumuli di ormoni femminili e questo fenomeno provoca la stimolazione di cellule che vanno ad ingrossare la ghiandola mammaria, questa situazione si può  verificare nei giovani intorno ai 14 anni e nel 90% dei casi i sintomi scompaiono dopo pochi mesi o in pochi anni. Ciò è dovuto al recupero naturale della supremazia degli ormoni maschili con conseguente riassorbimento spontaneo della ghiandola mammaria e con la scomparsa della ginecomastia. 
Molto spesso in età matura, intorno ai 50 anni,  l'uomo può vedersi improvvisamente aumentare il seno.... tale aumento è dovuto alla diminuzione di secrezione di testosterone.  La ginecomastia, durante questi tre periodi della vita di uomo è definita  come "normale" o "fisiologica", ma ci sono  anche altre cause responsabili di questo fenomeno.
 L'uso di farmaci, di antidepressivi, di eroina o di cannabis  può' causare ginecomastia ed in questi casi ovviamente occorre agire sull'origine del problema...
Infine, l'aumento della secrezione di prolattina (l'ormone della lattazione) e insufficienza renale cronica (incapacità dei reni di svolgere la loro particolare funzione per rimuovere i rifiuti dal corpo) sono altri due fattori che causano l'ipertrofia mammella nell'uomo. 
 
Per porre fine a questa situazione, ci sono diverse soluzioni. In alcuni casi, la terapia ormonale può essere molto valida. Il trattamento medico che si rivolge specificamente a forme dannose di ginecomastia può essere di tre tipi:
 
a) Per la Ginecomastia causata da eccesso di grasso si può ricorrere alla liposuzione per aspirare il grasso in eccesso. L' eccesso di pelle si ritrae in modo naturale. 
 
b) Per la Ginecomastia causata da ingrandimento della ghiandola mammaria, poichè essa non può essere rimossa chirurgicamente, vienne effettuata una incisione per ridurre l'ingrossamento della ghiandola. Tutto dipende dalle dimensioni del seno e l'elasticità della pelle. 
 
c) Ginecomastia mista: la liposuzione è combinata con la rimozione della ghiandola, per ottenere un risultato ottimale.
 
Chiaramente la soluzione migliore dev'essere presa  dal chirurgo plastico che essendo specializzato è il professionista che meglio può indirizzare un paziente con tale disturbo. I chirurghi di Chirurgiestetiche.it  potranno essere utlii alla soluzione di questo inestetismo, consultateli.
 

Condividi |

 

Chirurghi in Evidenza

dott.
Dario Graziano

 

Qualifica:
Medico Chirurgo Specialista
Specialita':
Chirurgia Plastica ed Estetica
Luogo di Lavoro:
Milano, Meda, Novara, Vercelli

dott.
De Angelis Armando

 

Qualifica:
Medico Chirurgo Specialista
Specialita':
Chirurgia Plastica e Ricostruttiva
Luogo di Lavoro:
Milano

La Mappa dei Chirurghi

Costo Interventi

Finanziamenti

© 2011 www.chirurgiestetiche.it - all rights reserved | Web Marketing | affiliazioni